CHANEL METIERS D’ARTS 2013 PARIS-EDIMBOURG

PC040215

PC040166

PC040178

PC040181

PC040201

PC040167

PC040075

La brughiera scozzese , un castello avvolto nella nebbia,  un’atmosfera magica e antica, la luce delle candele e il suono delle cornamuse: Chanel ha scelto la Scozia e  Linlithgow Palace, magione quattrocentesca e casa natale di Maria Stuarda, per omaggiare la maestria e la creatività degli artigiani della Maison francese.

In questa scenografia da sogno  hanno sfilato le modelle, in veste di regali creature, adornate con stampe tartan e abiti preziosissimi, frutto del genio di Karl Lagerfeld, ma anche delle aziende che hanno contribuito a creare questa collezione: le maisons Desrues per i bijoux, Lemarié per le piume, Lesage per i ricami, Massaro per le scarpe, Michel per i cappelli, Goossens per l’oro, Guillet per i fiori di tessuto, Montex per i ricami a uncinetto e Causse per i guanti.

Colonna sonora della serata: il concerto live del giovane musicista inglese Jake Bugg.

LOMOGRAPHY: FOR PAPARAZZIS ONLY!

Untitled-15

Untitled-14

In vendita su LOMOGRAPHY
A Roma da Mikiway, via del Boschetto 10 b/c

 

 

L’AMORE NON GUARDA CON GLI OCCHI: 13 anni con Alexander McQueen

AlexanderMcQueenBook_6_normal

AMcQueen18_V_3sep12_pr_b_1080x720

Alexander-McQueen_piume

McQueen-Bild-6-S.-142

AMcQueen12_V_3sep12_pr_b_1080x720

Untitled-3

AMcQueen3_V_3sep12_pr_b_426x639

AMcQueen5_V_3sep12_pr_b_426x639

L’amore non guarda con gli occhi.
Era la frase tatuata sul braccio destro di Alexander Mc Queen in omaggio a Shakespeare (L’amore non guarda con gli occhi ma con la mente)

Ora quella frase diventa il titolo del libro di Anne Deniau, amica e fotografa di Mc Queen: un documento fotografico, un tributo alle 26 sfilate realizzate tra il settembre del 1997 e marzo 2010.

“Scattavo fotografie nel backstage. Non assistevo alle sfilate vere e proprie, le vivevo dall’interno, cercando di trasmettere quello che vedevo: la bellezza di un istante effimero, l’evento unico, la parte di rabbia e la parte di poesia, quel momento fuggevole, perfetto ed esatto, il caos che in altre circostanze mi avrebbe messo in fuga. Quando scatti nel backstage non ci sono angolazioni, nessuno spazio per punti di vista privilegiati.”
(Anne Deniau)

Editore De Agostini – 80 euro

THE UNKNOWN HIPSTER DIARIES

hipster diary       silhouette_sm

karlkarl-2

Royal-Wedding_main_image_objectStress-code_main_image_objectChez-Colette-sentirsi-fuori-asse-da-stiro_main_image_objectGuarda-come-gondolo_main_image_objectgabyadi_light4redattori_moda

Il seguitissimo blog dell’illustratore francese Jean-Philippe Delhomme diventa un libro in cui si raccolgono per la prima volta le avventure a colori dell’hipster-Delhomme.

Pittore, illustratore di moda, blogger, con i suoi acquerelli racconta la vita di un nouveau bohémien chic, baffuto e con occhiali a goccia, che divide il suo tempo tra Parigi e New York, tra comparsate a sfilate di moda e vernissage, eventi glamour e incontri con i più chiacchierati protagonisti del jet set internazionale.

Nato nell’aprile del 2009, il blog diventa dopo più di tre anni un libro pubblicato da August Editions in un’edizione limitata di 1000 copie.