BASSETHOUNDSFACTORY: UPCYCLING CON STILE

_MG_0058

_MG_0136

_MG_0184

_MG_0175

_MG_0115

_MG_0274

IMG_2978

Frammenti e materiali, uniti a scarti della produzione industriale, acquistano un nuovo significato, reinventandosi in oggetti di uso quotidiano di grande bellezza e carattere, a metà strada tra arte e design.

Questo è il codice creativo di BassethoundsFactory, un progetto che vede protagonisti una coppia di talentuosi designer lombardo-piemontesi: Giovanni Cagnoli ingegnere e motore del progetto e Annamaria Gallizio, “gipsy langarola”, veri e propri interpreti dell’upcycling, ovvero del riuso creativo.

Legno, alluminio, ceramica vengono reinterpretati e reinventati per realizzare lampade da terra e da tavolo di grande originalità e funzionalità.

Pezzi unici creati dall’assemblaggio di materiale di scarto giocato tra reale e immaginario. Così nasce la lampada Mirò composta da tazzina, mattarelli, stampo per budini e teglia in ceramica. O la RedTail fatta di raggi di biciclette, foglio di frassino, asta per tende in metallo.

Oggetti che rivendicano la loro unicità, il valore d’uso e la qualità del saper fare artigianale.

Le lampade BassethoundsFactory sono in vendita presso:

Magazzini Associati,  Passeggiata di Ripetta, 13 – Roma
Nora-P, Via Panisperna 220 – Roma
Tema Casa, via Satrico, 13 – Roma

– Arredamenti Chave 1890, via Pietro Micca, 15A -Torino